Figli d’Italia

FIGLI D’ITALIA BASE FIGLI D’ITALIA    CANTATA

TESTO DI  FIGLI D’ITALIA

Guardo gli occhi della gente
che rimane indifferente
ad un paese che sta per morire.

Guardo gli occhi degli schiavi,
schiavi a terra incatenati
da un potere che non vuol capire.

E guardo gli occhi dei potenti
degli infami prepotenti
di questa legge da rifare.

Guardo gli occhi dei parassiti
parlamentari e truffatori
di un’Italia da cambiare.

Come grano che non cresce più,
come pioggia che non scende più
combatterò, combatterò;
come rondine che ci osserva e va
perche la vita è la prima opportunità,
combatterò, no scapperò.

Guardo in faccia uno studente,
un operaio, un mendicante
tutti in fila per mangiare.

Guardo in faccia un laureato,
disoccupato ed affamato
di una giustizia da inventare.

…e guardo in faccia un poliziotto,
capo di stato o magistrato,
vien solo voglia di gridare.

…e guardo in faccia un carcerato,
picchiato ed ammazzato
dalla mano dello stato.

Come grano che non cresce più,
come pioggia che non scende più
combatterò, combatterò,
come rondine che ci osserva e va
perche la vita è la prima opportunità,
combatterò, no scapperò.

Guardo tutte quelle guerre
tanto sangue in questa terra
troppo odio senza onestà.

Guardo tutte quelle bombe,
una buca e tante tombe
che sembran chiedere pietà.

Guardo tutti i presidenti
manichini impertinenti
che brucian sempre la verità.

Ma vedo tutta la realtà,
vita di fame e povertà
di un uomo senza liberta’

Come grano che non cresce più,
come pioggia che non scende più
combatterò, combatterò,
come rondine che ci osserva e va
perche la vita è la prima opportunità,
combatterò, no scapperò.

Guardo negli occhi i miei fratelli
tutti in linea, siamo uniti
verso un futuro da conquistare;
li guardo in faccia e c’è speranza
mi trasmettono la forza per lottare

La nostra storia infinita

LA NOSTRA STORIA INFINITA  CANTATA LA NOSTRA STORIA INFINITA   BASE

TESTO DI  LA NOSTRA STORIA INFINITA

Ed ora scrivo la nostra storia,
del nostro amore nato così per caso,
dei nostri abbracci pieni di calore,
e di quei momenti,
passati sopra quella panchina
a guardarci fissi negli occhi
per trovare il momento migliore
per poterti baciare.

Tu sei qui con me, resta per sempre,
qui con me, accanto a te io ci sarò sempre.
Amore mi sei entrata dentro
in quella lunga notte d’estate,
con quel sorriso che sembra una stella,
mi prendesti per mano.

Ricorderò per sempre quel momento impresso nella mente,
quando “piccola come sei” mi dicesti ti amo.
Tu sei qui con me, resta per sempre qui.
Per te racconterò la nostra storia infinita.

Amore chiudi gli occhi sto cantando per te,
questa mia canzone parla di noi…
può tremare un po la voce lo so…
ma… è ciò che provo per te.

Quanto bella sei, splendida per me.
Sembra che il vento non ti sfiori mai
e non cancelli mai, quel tuo sorriso
che ogni giorno mi fa innamorare di te.
Sei qui con me, resta per sempre qui.

Per te racconterò la nostra storia infinita.
Amore chiudi gli occhi; sto cantando per te;
questa mia canzone parla di noi…
può tremare un po la voce lo so
ma… è ciò che provo per te.

Il viandante

IL VIANDANTE       CANTATO IL VIANDANTE  BASE

TESTO DI   IL VIANDANTE

Una chitarra in mano e un pianoforte in tasca, questa è la storia di un viandante in festa, che gira per la strada in cerca di un aiuto, lo trova molto spesso in un sorriso muto.

Mi sveglio e mi trucco da uomo perfetto, cerco di nascondere ogni mio difetto.

Mi vesto solo di follia, il mio dono è quello di portare l’allegria

…. e tendo la mano a chi per la strada cerca una personalità, e non mi arrendo se incontro qualcuno che insulta la mia dignità.

Suono per strada e non mi accorgo di un bimbo che passa di là, con gli occhi celesti mi tende la mano e un bel sorriso mi fa.

Ripenso all’infanzia della mia gente, viandanti come me, senza progetti ma pieni di sogni, senza un soldo come me.

Continuo a camminare in giro senza mai fermarmi, porto sempre ovunque in spalla le mie armi, una chitarra in mano e un pianoforte in tasca, questo è ciò che resta, questo è ciò che basta.

…. e tendo la mano a chi per la strada ha perso la sua identità, ma cerco soltanto qualcuno che ascolti e non offenda la mia genialità.

Suono per strada mi fermo a guardare quel bimbo che piange di là con gli occhi bagnati, gli tendo la mano e un altro sorriso mi fa.

Sono un viandante, viandante di strada e non so nemmeno il perché.

Prepara i tuoi sogni e la tua fantasia perché oggi ti porto con me…

me!

Piccolo Pugile

PICCOLO PUGILE       CANTATO PICCOLO PUGILE    BASE

TESTO DI  PICCOLO PUGILE

Avevi un sogno per la testa
Lottare e non mollare mai
e sognavi di diventare
quel che per noi eri già,
il nostro piccolo campione
ma con il cuore grande sai
e pensavi al tuo futuro
senza guardare indietro mai;
ricordo ancora il tuo sorriso
e rimarrà nei nostri ricordi;
ricordo ancora quello sguardo,
per sempre tu
veglierai sui nostri giorni
per sempre tu.

Campione tu, amico tu,
Fratello, guardo il cielo
e vedo gli occhi tuoi
campione tu, amico tu
fratello, questo è ciò che sei per noi.

Ragionavi come un uomo
ma con il corpo di un bambino
e aiutavi i tuoi compagni
spesso standogli vicino;
ci proteggerai per sempre
anche solo con la mente,
perché ogni volta che guardo il cielo
sento la tua voce dentro.
Ricordo ancora il tuo sorriso
perché lo sai
non ti scorderemo mai
per sempre tu

Campione tu, amico tu
fratello guardo il cielo
e vedo gli occhi tuoi
campione tu, amico tu
fratello, questo è ciò che sei per noi
che non ti scordiamo mai
e nel nostro cuore vivrai
come ricordo dei tuoi guanti
di quello sport che amavi sai
e senza cadere mai
combattere dovrai
contro gli angeli ribelli
contro tutti ce la farai.

Campione tu, amico tu
Fratello, guardo il cielo
e vedo gli occhi tuoi

campione tu, amico tu
fratello, questo è ciò che sei per noi.
Per noi…. Per noi.

Notte e luce

NOTTE  E  LUCE   CANTATA NOTTE  E  LUCE  BASE

TESTO DI  NOTTE E LUCE

È una notte come tante…di quelle senza ora.
E’ la notte dove il tempo ti consola.

E’ bellissimo immaginare un mondo senza luce.
E’ bellissimo guardarti intensamente.
E’ una notte come tante passate a guardar la luna
che raccoglie l’emozione di una vita.

I rancori, i ricordi cosi’ precisi
che sembra fosse tutto successo ieri.
È bellissimo viaggiare coi pensieri.
È bellissimo guardarti intensamente.
Capita che a volte il cuore si fermi solo un istante,
si fermi solo per pensare
a quello che c’è d’importante tra di noi,
che siamo aria noi, che siamo acqua noi,
che siamo terra noi, che siamo tutto.

È una notte come tante.
E’ una notte senza ombra.

E’ la notte che sconfigge ogni paura.
Macchine vuote, lampioni spenti
e poi in un attimo ti addormenti.
È bellissimo parlare e non mi senti.
È bellissimo guardarti intensamente.

Capita che a volte il cuore si fermi solo un istante,
si fermi solo per pensare
a quello che c’è d’importante tra di noi,
che siamo aria noi,
che siamo acqua noi,
che siamo terra noi, che siamo tutto.

Capita che a volte un sogno si fermi sempre sul più bello,
si fermi sempre sul tuo sguardo,
si fermi sempre in quel momento tra di noi
che siamo aria noi, che siamo acqua noi,
che siamo terra noi, che siamo tutto.

È una notte come tante.
E’ una notte senza stelle,
E’ la notte dove il cielo si fa grande,
ed è bellissimo amarti intensamente.

18 anni

18 ANNI  CANTATO 18 ANNI  BASE

TESTO DI  18 ANNI

Siamo ancora qui, dei ragazzi senza ideali e senza eroi, ragazzi come voi.
Non ci stanchiamo mai, di correre come matti dietro a un pallone, per ore ed ore.
Forse quello che ci manca è solo un po’ di convinzione, solo un po’;
ma forse quello che ci manca è solo un po’ di educazione e di maturità.

Ma che sarà di noi? Ma che sarà di noi?
Tutti i giorni con una bottiglia in mano, per viaggiare con la mente più lontano.

Ma che sarà di noi? Ma che sarà di noi?
Tutti i giorni con una chitarra in mano, per urlare a tutti come viviamo…

Ma che sarà?

Siamo sempre qui, la mattina, con lo zaino sulle spalle ma che palle!

Siamo solo noi, noi ragazzi sempre in cerca di avventura ma senza paura.

Forse quello che ci manca è solo un po’ di convinzione, solo un po’.

Ma forse quello che ci manca è solo un po’ di educazione e di maturità.

Ma che sarà di noi? Ma che sarà di noi?
dei nostri soldi dati in mano alle puttane, ai falsi eroi, agli avvoltoi.

Che sarà delle nottate passate con gli amici,
a seguire i nostri sogni per essere felici.
Che sarà delle canzoni cantate a squarciagola,
delle piccole emozioni che avevamo andando a scuola.

Che sarà delle ragazze rincorse per la strada,
delle piccole cazzate, delle molte litigate.
Che sarà di quei ricordi degli amori ormai passati,
dentro un mondo di bastardi, ipocriti e bugiardi.

Ma che sarà di noi? Ma che sarà di noi?
Quasi sempre a far rumore nella notte,
a difendere gli amici nelle botte.

Ma che sarà di noi? Ma che sarà di noi?
Chieder scusa certe volte è troppo tardi,
ma siamo cresciuti in un mondo di codardi.

Ma che sarà…

Con gli occhi di un bambino

CON GLI OCCHI DI UN BAMBINO  CANTATO CON GLI OCCHI DI UN BAMBINO BASE

TESTO DI   CON GLI OCCHI DI UN BAMBINO

Avevo gli occhi di un bambino,
guardavo il cielo e pensavo: voglio volare;
ma guardandomi allo specchio volevo cambiare;
avevo in testa tante cose, cose da fare e da inventare
amavo sognare… ma la vita sai non è facile da affrontare.

Camminavo a piedi nudi in un mondo che non c’è,
in un mondo che non sa quall’è la verità
e pensavo alla mia vita in modo differente perché
mi credevo Peter Pan per credere di più
per vivere in un sogno di illusioni e fantasia
dove i bambini sanno volare e arrivare fin la su come me.
Come un aquila volavo sopra i pensieri della gente
e non me ne fregava niente del dolore e del amore
e pensavo che la vita fosse solo un bel gioco per me.

Camminavo a piedi nudi in un mondo che non c’è,
in un mondo che non sa quall’è la verità
e pensavo alla mia vita in modo differente perché
mi credevo Peter Pan per credere di più
per vivere in un sogno di illusioni e fantasia
dove i bambini sanno volare e arrivare fin la su
come me, come te… come te.

Dolce Notte

DOLCE NOTTE   CANTATO 18 ANNI  BASE

TESTO DI   DOLCE NOTTE

Dolce notte amore mio…ti penso sempre qui,
raccontami una favola per dormire accanto a te.

Dolce notte amore mio…un’altra notte senza te,
rimane il mio pensiero qui sempre fisso su di te.

Ed ora cos’è rimasto di noi due?
Un semplice sguardo, un gelido sorriso e niente di più.
Volevo dirti che ti amo e che nella tua mano
c’è tutta la mia vita sai ma tu sei scappata via da me
senza neanche un respiro nè un perché.

Dolce notte amore mio mi manchi sempre più,
le coperte scaldano quello che non scaldi tu.

Dolce notte amore mio questa lacrima è per te,
perché ti sognerò stanotte e domani e sempre.

Amore voglio rivedere ancora, anche solo per un’ora,
i tuoi occhi dentro ai miei e poi guardarti andar via.
Volevo dirti che ti amo e che nella tua mano
c’è tutta la mia vita sai ma tu sei scappata via da me
senza neanche un respiro nè un perché.

Dolce notte amore mio ti penso sempre qui,
raccontami una favola per dormire accanto a te
per sempre.

Folle

FOLLE  CANTATO FOLLE   BASE

TESTO DI FOLLE

Oramai sono cresciuto,
non sono più un bambino,
parlerò con te come non ho fatto mai
senza pesi sul cuore…
sto pensando al passato
con la testa confusa;
spero, credo, che tu mi ascolterai
da lontano la su…

Credimi, ho troppa paura di sbagliare,
ma sento il bisogno di sognare per arrivare da te.
Ascoltami, cerco risposte dentro il cuore
e sento il bisogno di sapere,
per essere un uomo migliore.

Ho questa rabbia interiore
e mi voglio sfogare.
Ho un desiderio nascosto da tempo ormai…
rivedere te.

Credimi, ho troppa paura di sbagliare
ma sento il bisogno di sognare per arrivare da te.
Ascoltami cerco risposte dentro il cuore
e sento il bisogno di sapere
per essere un uomo migliore

Rispondimi!!! Ascoltami!!!
Avevo un vuoto nel cuore,
che ho riempito col tuo nome
e ora sono un uomo migliore.

Ogni giorno

OGNI GIORNO    CANTATO OGNI GIORNO   BASE

TESTO DI OGNI GIORNO

Mi ricordo quando dicevi “Il mondo è cosi, non lo puoi controllare”
e mi abbracciavi con le lacrime agli occhi, ma adesso piove anche dentro di me,
perché mi manchi, perché non so più che fare, perché la vita sembra diversa;
forse è solo perché rileggo le lettere, riguardo le foto e penso a te.

Ogni giorno mi chiedo se la vita sarebbe un po’ più semplice se fossi qui vicino a me; ma tu, tu non ci sei.

Guardo il cielo, il sole e il mare in cerca di qualcosa che mi aiuti a sconfiggere questo inferno che mi opprime senza te.

Né le fiamme né l’eternità faranno più paura finchè il tuo sguardo veglierà su di me.

Ogni giorno mi chiedo se la vita sarebbe un po’ più semplice se fossi qui, vicino a me, ma tu, tu non ci sei.

Cerco sempre nei giorni miei l’affetto di un padre; e so, la tua voce resterà dentro di me.

Sento ancora la rabbia che invade il mio cuore; perché tutto questo è successo a me?

Perché?

Un sentimento attraversa la mente, un atroce dolore vive dentro di me.