art. 11

Cosa devi fare per partecipare?

Art. 11    Materiale richiesto

L’invio delle domande dovrà avvenire a mezzo posta elettronica, entro e non oltre il giorno 31 gennaio 2019, all’indirizzo e-mail info@brunobottiroli.it; il partecipante dovrà fare pervenire una cartella zippata contenente quanto richiesto, restando ferma la data di scadenza.
E’ ammesso l’invio delle domande per posta ordinaria, al seguente indirizzo: Zarate Mabel, Località Casola Cucuzzola n°3, 40030 Castel di Casio (BO); farà fede il timbro della data di spedizione.

Ad ogni domanda dovrà essere allegato, a pena di esclusione, quanto segue:

– Scheda Iscrizione, compilata e firmata in ogni sua parte (Modulo A);
– Scheda Liberatoria compilata e firmata in ogni sua parte (Modulo B);
– Copia carta d’identità concorrente e del genitore o tutore (se minore);
– N.2 (due) copie dattiloscritte del testo, solo una delle due copie del testo dovrà essere sottoscritta dall’autore/trice e dagli eventuali coautori/trici dei brani e dall’interprete/i, se diverso/i (per canzone inedita);
– Provino della canzone in formato MP3, eseguito dal partecipante;
– Copia del curriculum vitae del partecipante (e/o eventuale coro);
– Foto in formato jpeg.
– Se la spedizione dovesse avvenire a mezzo posta, il partecipante dovrà inviare n. 2 (due) CD o CHIAVETTE (formato audio o MP3).

Print Friendly, PDF & Email

Area riservata :::: Cenere :

[SCARICA QUI]

CENERE

Non ho più pagine, parole o sillabe
per raccontarvi la storia di un uomo che
non ha più lacrime, è troppo fragile,
non riesce a vivere, non riesce a ridere.
Tutti i suoi sogni ormai non si realizzano,
come gli amici di te poi si scordano.

Cammina sempre ma in fondo all’anima;
ha paura di morire in questa realtà.
Non ho più pagine, parole o sillabe
per raccontarvi la storia di un uomo che
continua a correre, non vuole cedere,
pensa a rinascere senza soccombere.

Tutte le notti lui prega con gli angeli
ma le preghiere rimangono deboli,
deve resistere, deve combattere,
deve lottare ma… è già tutto cenere!

Le notti cambiano ma non si arrendono,
non si fermano al primo ostacolo.

Continua a correre, sempre impassibile;
per sopravvivere nulla è impossibile!
Perché è rimasto ferito da un orgoglio che
come una bomba esplode dentro di te.

Perdona sempre ma non si dimentica
di chi gli ha dato e gli ha tolto la libertà.
Le menti cambiano e al fronte si arrendono;
la vita stessa ti mette in pericolo;
non riesce a piangere, a sopravvivere,
davanti a questa giustizia invisibile.

Tutte le notti lui prega con gli angeli
ma le preghiere rimangono deboli;
deve resistere, deve combattere,
deve lottare ma e già tutto cenere!

Non ho più pagine, parole o sillabe,
per raccontarvi la storia di un uomo che,
non ha un futuro ormai ma vuole vivere,
vivere in pace e imparare a combattere.

Tutte le ore pensa soltanto a fingere
perché c’è un figlio, un amore da crescere.
Non puoi mollare ormai, devi resistere,

devi lottare… non è tutto cenere!
Devi lottare … Non è tutto cenere!

Print Friendly, PDF & Email

Area riservata :::: Inadeguato :

[SCARICA QUI]

INADEGUATO


Son senza parole
e senza scuse,
mi sento diverso,
mi sento confuso,
mi sento normale,
mi sento speciale,
ma cosa è normale?
cosa è speciale?
eh spiegamelo tu
che sei più brava.

Mi dicono strano
mi urlano strano
mi dicon volgare
che non so parlare
che non so pensare
che non so suonare
ma cosa è normale
cosa è speciale
eh spiegamelo tu
che sei più brava.

Spiegamelo tu
che sei più brava.
Son senza parole
e senza scuse,
mi sento diverso,
mi sento confuso,
mi sento normale,
mi sento speciale,
ma cosa è normale,
cosa è speciale.

Ehhh spiegamelo tu
che sei più brava.
Spiegamelo tu
che sei più brava
di me.

Ehhh… spiegamelo tu
che sei più brava.
Ehhh spiegamelo tu
che sei più brava.
Ehhh… spiegamelo tu
che sei più brava.

Spiegamelo tu
che sei più brava
di me.

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Area riservata :::: Dio portami una birra :

[SCARICA QUI]

DIO PORTAMI UNA BIRRA (Medley)

Outside me (primo brano)

I lost my headphones,
my head phones,
my head.
I lost my home keys,
my home keys, my home.
I stay oudside here,
oudside here ,
outside me.

I stay outside me,
outside me for you.
I’ll be waiting for you.
I feel like an headshot,
like an headshot,
like my head’s shot,

I feel like an asshole,
like an asshole
like you

I stay outside me,
outside me,
oudside me.

I stay outside me,
outside me,
for you.

I’ll be waiting for you
I’ll be dreaming for you
I’ll be waiting for you


Dio portami una birra (secondo brano)

Mi sa che esco stasera,
mi sbronzo al bar.
Ho qualche amico
che mi chiede di venire
a bere in città.
Sono già imbenzinato,
dal pomeriggio..
ma chi se ne fotte,
mi vesto in fretta
e mi fumo una mezza sigaretta.

Sto per uscire,
sto per partire… ma cazzo
sbatto il mignolino
sullo spigolo del comodino

Dio… portami una birra,
bicchiere di vino
che tanto il mio libro dei peccati
ormai è stipato e pieno.


Una storia d’amore   (terzo brano)

Ti ho conosciuta in autostrada
con minigonna tacchi e tanga
e quella maglia un po’ scollata,
ti si vedeva la tettata

Mi sono fermato al palo 126
quella domenica mattina erano le 6
con quella voglia incontenibile
di una scopata indescrivibile,
e c’eri tu, eri fantastica
con quella camminata magica,
mi sembravi cosi bella ,
ti credevo una stella.

Ti ho conosciuta in autostrada,
con minigonna tacchi e tanga
e quella maglia un po’ scollata,
ti si vedeva la tettata.

 

Print Friendly, PDF & Email

Area riservata :::: Figli d’Italia :

[SCARICA QUI]

FIGLI D’ITALIA

Guardo gli occhi della gente
che rimane indifferente
ad un paese che sta per morire.

Guardo gli occhi degli schiavi,
schiavi a terra incatenati
da un potere che non vuol capire.

E guardo gli occhi dei potenti
degli infami prepotenti
di questa legge da rifare.

Guardo gli occhi dei parassiti
parlamentari e truffatori
di un’Italia da cambiare.

Come grano che non cresce più,
come pioggia che non scende più
combatterò, combatterò;
come rondine che ci osserva e va
perche la vita è la prima opportunità,
combatterò, no scapperò.

Guardo in faccia uno studente,
un operaio, un mendicante
tutti in fila per mangiare.

Guardo in faccia un laureato,
disoccupato ed affamato
di una giustizia da inventare.

…e guardo in faccia un poliziotto,
capo di stato o magistrato,
vien solo voglia di gridare.

…e guardo in faccia un carcerato,
picchiato ed ammazzato
dalla mano dello stato.

Come grano che non cresce più,
come pioggia che non scende più
combatterò, combatterò,
come rondine che ci osserva e va
perche la vita è la prima opportunità,
combatterò, no scapperò.

Guardo tutte quelle guerre
tanto sangue in questa terra
troppo odio senza onestà.

Guardo tutte quelle bombe,
una buca e tante tombe
che sembran chiedere pietà.

Guardo tutti i presidenti
manichini impertinenti
che brucian sempre la verità.

Ma vedo tutta la realtà,
vita di fame e povertà
di un uomo senza liberta’

Come grano che non cresce più,
come pioggia che non scende più
combatterò, combatterò,
come rondine che ci osserva e va
perche la vita è la prima opportunità,
combatterò, no scapperò.

Guardo negli occhi i miei fratelli
tutti in linea, siamo uniti
verso un futuro da conquistare;
li guardo in faccia e c’è speranza
mi trasmettono la forza per lottare

Print Friendly, PDF & Email

Area riservata :::: La nostra storia infinita :

[SCARICA QUI]

LA NOSTRA STORIA INFINITA

Ed ora scrivo la nostra storia,
del nostro amore nato così per caso,
dei nostri abbracci pieni di calore,
e di quei momenti,
passati sopra quella panchina
a guardarci fissi negli occhi
per trovare il momento migliore
per poterti baciare.

Tu sei qui con me, resta per sempre,
qui con me, accanto a te io ci sarò sempre.
Amore mi sei entrata dentro
in quella lunga notte d’estate,
con quel sorriso che sembra una stella,
mi prendesti per mano.

Ricorderò per sempre quel momento impresso nella mente,
quando “piccola come sei” mi dicesti ti amo.
Tu sei qui con me, resta per sempre qui.
Per te racconterò la nostra storia infinita.

Amore chiudi gli occhi sto cantando per te,
questa mia canzone parla di noi…
può tremare un po la voce lo so…
ma… è ciò che provo per te.

Quanto bella sei, splendida per me.
Sembra che il vento non ti sfiori mai
e non cancelli mai, quel tuo sorriso
che ogni giorno mi fa innamorare di te.
Sei qui con me, resta per sempre qui.

Per te racconterò la nostra storia infinita.
Amore chiudi gli occhi; sto cantando per te;
questa mia canzone parla di noi…
può tremare un po la voce lo so
ma… è ciò che provo per te.

Print Friendly, PDF & Email

Area Riservata :::: Il viandante :

[SCARICA QUI]

IL VIANDANTE

Una chitarra in mano e un pianoforte in tasca, questa è la storia di un viandante in festa, che gira per la strada in cerca di un aiuto, lo trova molto spesso in un sorriso muto.

Mi sveglio e mi trucco da uomo perfetto, cerco di nascondere ogni mio difetto.

Mi vesto solo di follia, il mio dono è quello di portare l’allegria

…. e tendo la mano a chi per la strada cerca una personalità, e non mi arrendo se incontro qualcuno che insulta la mia dignità.

Suono per strada e non mi accorgo di un bimbo che passa di là, con gli occhi celesti mi tende la mano e un bel sorriso mi fa.

Ripenso all’infanzia della mia gente, viandanti come me, senza progetti ma pieni di sogni, senza un soldo come me.

Continuo a camminare in giro senza mai fermarmi, porto sempre ovunque in spalla le mie armi, una chitarra in mano e un pianoforte in tasca, questo è ciò che resta, questo è ciò che basta.

…. e tendo la mano a chi per la strada ha perso la sua identità, ma cerco soltanto qualcuno che ascolti e non offenda la mia genialità.

Suono per strada mi fermo a guardare quel bimbo che piange di là con gli occhi bagnati, gli tendo la mano e un altro sorriso mi fa.

Sono un viandante, viandante di strada e non so nemmeno il perché.

Prepara i tuoi sogni e la tua fantasia perché oggi ti porto con me…

me!

 

Print Friendly, PDF & Email

Area riservata :::: Piccolo Pugile :

[SCARICA QUI]

PICCOLO PUGILE

Avevi un sogno per la testa
Lottare e non mollare mai
e sognavi di diventare
quel che per noi eri già,
il nostro piccolo campione
ma con il cuore grande sai
e pensavi al tuo futuro
senza guardare indietro mai;
ricordo ancora il tuo sorriso
e rimarrà nei nostri ricordi;
ricordo ancora quello sguardo,
per sempre tu
veglierai sui nostri giorni
per sempre tu.

Campione tu, amico tu,
Fratello, guardo il cielo
e vedo gli occhi tuoi
campione tu, amico tu
fratello, questo è ciò che sei per noi.

Ragionavi come un uomo
ma con il corpo di un bambino
e aiutavi i tuoi compagni
spesso standogli vicino;
ci proteggerai per sempre
anche solo con la mente,
perché ogni volta che guardo il cielo
sento la tua voce dentro.
Ricordo ancora il tuo sorriso
perché lo sai
non ti scorderemo mai
per sempre tu

Campione tu, amico tu
fratello guardo il cielo
e vedo gli occhi tuoi
campione tu, amico tu
fratello, questo è ciò che sei per noi
che non ti scordiamo mai
e nel nostro cuore vivrai
come ricordo dei tuoi guanti
di quello sport che amavi sai
e senza cadere mai
combattere dovrai
contro gli angeli ribelli
contro tutti ce la farai.

Campione tu, amico tu
Fratello, guardo il cielo
e vedo gli occhi tuoi

campione tu, amico tu
fratello, questo è ciò che sei per noi.
Per noi…. Per noi.

 

Print Friendly, PDF & Email

Area Riservata :::: Notte e luce

[SCARICA QUI]

NOTTE E LUCE

È una notte come tante…di quelle senza ora.
E’ la notte dove il tempo ti consola.

E’ bellissimo immaginare un mondo senza luce.
E’ bellissimo guardarti intensamente.
E’ una notte come tante passate a guardar la luna
che raccoglie l’emozione di una vita.

I rancori, i ricordi cosi’ precisi
che sembra fosse tutto successo ieri.
È bellissimo viaggiare coi pensieri.
È bellissimo guardarti intensamente.
Capita che a volte il cuore si fermi solo un istante,
si fermi solo per pensare
a quello che c’è d’importante tra di noi,
che siamo aria noi, che siamo acqua noi,
che siamo terra noi, che siamo tutto.

È una notte come tante.
E’ una notte senza ombra.

E’ la notte che sconfigge ogni paura.
Macchine vuote, lampioni spenti
e poi in un attimo ti addormenti.
È bellissimo parlare e non mi senti.
È bellissimo guardarti intensamente.

Capita che a volte il cuore si fermi solo un istante,
si fermi solo per pensare
a quello che c’è d’importante tra di noi,
che siamo aria noi,
che siamo acqua noi,
che siamo terra noi, che siamo tutto.

Capita che a volte un sogno si fermi sempre sul più bello,
si fermi sempre sul tuo sguardo,
si fermi sempre in quel momento tra di noi
che siamo aria noi, che siamo acqua noi,
che siamo terra noi, che siamo tutto.

È una notte come tante.
E’ una notte senza stelle,
E’ la notte dove il cielo si fa grande,
ed è bellissimo amarti intensamente.

Print Friendly, PDF & Email

Area Riservata :::: 18 anni

[SCARICA QUI]

18 ANNI

Siamo ancora qui, dei ragazzi senza ideali e senza eroi, ragazzi come voi.
Non ci stanchiamo mai, di correre come matti dietro a un pallone, per ore ed ore.
Forse quello che ci manca è solo un po’ di convinzione, solo un po’;
ma forse quello che ci manca è solo un po’ di educazione e di maturità.

Ma che sarà di noi? Ma che sarà di noi?
Tutti i giorni con una bottiglia in mano, per viaggiare con la mente più lontano.

Ma che sarà di noi? Ma che sarà di noi?
Tutti i giorni con una chitarra in mano, per urlare a tutti come viviamo…

Ma che sarà?

Siamo sempre qui, la mattina, con lo zaino sulle spalle ma che palle!

Siamo solo noi, noi ragazzi sempre in cerca di avventura ma senza paura.

Forse quello che ci manca è solo un po’ di convinzione, solo un po’.

Ma forse quello che ci manca è solo un po’ di educazione e di maturità.

Ma che sarà di noi? Ma che sarà di noi?
dei nostri soldi dati in mano alle puttane, ai falsi eroi, agli avvoltoi.

Che sarà delle nottate passate con gli amici,
a seguire i nostri sogni per essere felici.
Che sarà delle canzoni cantate a squarciagola,
delle piccole emozioni che avevamo andando a scuola.

Che sarà delle ragazze rincorse per la strada,
delle piccole cazzate, delle molte litigate.
Che sarà di quei ricordi degli amori ormai passati,
dentro un mondo di bastardi, ipocriti e bugiardi.

Ma che sarà di noi? Ma che sarà di noi?
Quasi sempre a far rumore nella notte,
a difendere gli amici nelle botte.

Ma che sarà di noi? Ma che sarà di noi?
Chieder scusa certe volte è troppo tardi,
ma siamo cresciuti in un mondo di codardi.

Ma che sarà…

Print Friendly, PDF & Email